Pasqua è alle porte e con questa festa arrivano anche le sue tradizioni e delizie culinarie. Noi ne parliamo con sfumature dolci e gustose presentandovi la ricetta della pastiera napoletana, un dolce tipico campano ma ormai diffuso in tutta Italia.Il sapore della pastiera napoletana è reso inconfondibile dall'aroma fiori d'arancio anche se, sempre più spesso, vengono create versioni rivisitate. Il fattore comune rimane però la bontà di questo dolce dai profumi e un gusto unico che evoca i ricordi del passato e il sapore della tradizione.


Ma leggiamo la ricetta completa dei suoi ingredienti: 400 g di farina; 260 g di burro, sale (Q.B), una fialetta aromi d’arancia, 600 ml di latte, 100 g di canditi misti, 400 g di zucchero, 5 uova, 350 g di ricotta di bufala, 250 g di grano cotto, 2 bustine di vanillina, zucchero a velo (Q.B.).E ora mettiamoci a lavoro: per la preparazione della pastiera utilizzate uno stampo piuttosto alto.  Portate a ebollizione il latte e aggiungetevi il grano scolato. Unite 40 g di burro e le bustine di vanillina. Mescolate e cuocete fino a quando il latte non sarà completamente assorbito. Nel frattempo, preparate la pasta frolla impastando la farina setacciata con 200 g di burro morbido a pezzetti, 150 g di zucchero, 2 uova e un pizzico di sale. Lavorate velocemente la pasta fino a ottenere un panetto liscio che lascerete riposare in frigorifero per 30 minuti. Stendetela con il matterello in una sfoglia non troppo sottile e rivestite con i due terzi di essa una teglia circolare del diametro di 26 cm. Preparate il ripieno mescolando la ricotta con lo zucchero, aggiungete il grano ormai freddo e le restanti 3 uova. Mescolate il tutto e unite a questo punto l'aroma di fiori d'arancio e i canditi misti. Versate il ripieno sulla base di pasta frolla, livellate bene e decorate con strisce di pasta frolla realizzate con la sfoglia avanzata. Infornate la pastiera a 180° e cuocetela per almeno un'ora. Fate raffreddare completamente e spolverizzate di zucchero a velo.

 

E per finire, una curiosità sulla nostra pastiera napoletana: secondo la leggenda, la sirena Partenope, che dimorava nel golfo di Napoli, ogni primavera emergeva dalle acque per allietare gli abitanti con il suo melodioso canto e veniva ricambiata con doni quali farina, acqua di fiori d'arancio, zucchero e uova. Un giorno la sirena offrì questi doni agli dei, che diedero vita ad un dolce delizioso: la pastiera.Ingredienti, preparazione e curiosità sulla pastiera, non ci resta che gustarla augurandovi Buona Pasqua!