Spedizioni gratuite per ordini superiori a € 60,00
Sole e bambini: quali regole seguire

I nostri consigli

22 Jul 2022

Sole e bambini: quali regole seguire

Con l’estate, arriva puntualmente per i più piccoli, una voglia irresistibile di giocare all’aria aperta e andare al mare ! Ma, prima di iniziare a farli sbizzarrire tra castelli di sabbia e tuffi, è necessario occuparsi di prevenzione. Nello specifico di come proteggerli dal sole.

Ecco quindi, delle semplici regole da seguire, per proteggere i nostri bambini dal sole.

  • Esporli al sole gradualmente: si inizia per un'ora, per consentire alla pelle un adattamento progressivo, utilizzando una protezione alta per gli UV. Fino a sei anni la protezione deve essere massima, ottime le creme 50+, ma che siano anche resistenti all’acqua.
  • La scelta del solare è fondamentale: In etichetta cerchiamo la sigla SPF (sun protection factor, fattore di protezione al sole) più adatta al proprio fototipo, che protegge dagli UVB, ovvero i raggi che arrivano solo sullo strato superficiale della pelle provocando arrossamento. Ma è importante anche il fattore di protezione per gli UVA, perché penetrano più in profondità e sono responsabili dell'intolleranza al sole e con ogni probabilità anche del melanoma.
  • Occhio all’abbigliamento: Se portiamo i bambini all’aperto bisogna pensare a proteggerli dalle esposizioni dirette alle radiazioni ultraviolette del sole che possono danneggiare la loro pelle molto delicata, utilizzando vestitini leggeri, meglio se in fibra naturale e cappellini, meglio se si indossano anche degli occhiali da sole.
  • Durante le ondate di caldo occorre dedicare particolare attenzione ai bambini: I bambini si adattano meno facilmente dell’adulto alle temperature elevate, per questo, quando fa molto caldo, bisogna evitare di portarli in locali chiusi surriscaldati e scarsamente ventilati, o farli giocare all’aperto nelle ore più calde, per scongiurare il rischio di colpo di calore.
  • Curare l’alimentazione: Con il caldo il bambino perde molti liquidi attraverso la sudorazione, che vanno reintegrati, per evitare i rischi di disidratazione. Un'alimentazione ricca di liquidi e di sali minerali è fondamentale.
  • Scegliere l’ora giusta: Le ore indicate per l'esposizione al sole del bambino sono quelle del primo mattino e del tardo pomeriggio. Evitare le ore dalle 11 alle 17-18 e proteggere sempre il bimbo indipendentemente dal tempo atmosferico, si può ustionare anche sotto un cielo coperto di nuvole.
  • Schermare la pelle: Nei primi giorni di vacanza, quando la pelle è ancora molto chiara e non è ancora pronta a difendersi, è utile coprire i bambini con una maglietta di cotone mentre gioca. Questo per evitare che i raggi colpiscono direttamente la pelle.

Ricordiamo, infine, che la protezione solare va applicata più volte al giorno; generalmente, specie se il bimbo entra ed esce continuamente dall'acqua. La sera dopo il bagnetto su tutto il corpo del piccolo, si può spalmare un prodotto idratante doposole specifico per l'infanzia.

Lascia il tuo commento

Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie